Cardinale Bassetti: “Non dobbiamo aver paura del futuro”

La Gmg è stata “come un grande prato ricolmo di fiori appena sbocciati che protendono i loro petali verso la luce del cielo. Davanti a questo bellissimo spettacolo umano non possiamo, non dobbiamo, aver paura del futuro”. Ha usato questa immagine il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale umbra, oggi, durante la messa per la festa del “perdono”, nella basilica di Santa Maria degli Angeli in Assisi, per ricordare la Giornata mondiale della gioventù appena conclusa a Cracovia. “Come il giovane Francesco – ha detto Bassetti -, dopo aver incontrato il lebbroso, i ‘giovani di Cracovia’ hanno capito che non bisogna aver paura della putredine umana, dell’uomo corrotto e degradato dalla vita e dalla violenza: è lui ‘il prossimo’, a cui curare le piaghe. Sotto ogni uomo ferito si nasconde il volto del Signore, che può risplendere solo grazie al nostro amore. Se voi giovani avrete coraggio di ‘sognare’ cambierete il mondo come ha fatto Francesco, che con la misericordia e la fede ha favorito la comunione tra tutti gli uomini di buona volontà, contrapponendo alle trincee della paura i varchi della speranza, della comprensione, dell’amicizia e della fraternità”. Al termine della celebrazione il cardinale Bassetti, insieme ai concelebranti, ha raggiunto la Porziuncola, dove si è trattenuto in preghiera, prima della benedizione conclusiva.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy