Solidarietà: Comunità di Sant’Egidio, a ferragosto tante iniziative per senza dimora e rifugiati

Sono state migliaia, ieri, a Roma, le persone coinvolte nelle iniziative promosse dalla Comunità di Sant’Egidio per il ferragosto. Le case famiglia degli anziani hanno ospitato – si legge in una nota – “alcuni profughi siriani arrivati in Italia attraverso i corridoi umanitari organizzati da Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle Chiese evangeliche, Chiese valdesi e metodiste”. Altri appuntamenti con anziani e senza dimora si sono svolti nella periferia della città dove la Comunità è presente, mentre alla Mensa di via Dandolo 10, dal tardo pomeriggio centinaia di senza dimora hanno partecipato alla tradizionale cocomerata. Intanto – prosegue la nota – “continua l’estate di solidarietà della Comunità di Sant’Egidio in tutta Italia: in Campania, Sicilia, Puglia, Piemonte, Lazio sono in corso iniziative di solidarietà con chi ha bisogno, perché le difficoltà, se vissute insieme, diventano occasione di crescita e di integrazione. Per chi aiuta come per chi è aiutato”. A Roma, inoltre, proseguono le “cene itineranti” nelle stazioni e “in tutti quei luoghi, nel centro e nella periferia della città, dove vivono le persone senza dimora” grazie anche a centinaia di giovani, non solo italiani, che “sono venuti, nell’arco dell’estate, a trascorrere a Roma un periodo di vacanze con la Comunità, per incontrare e servire i poveri”. Così “si è intensificata la presenza e l’amicizia della Comunità di Sant’Egidio con gli anziani rimasti soli, sia nelle loro case sia nei tanti istituti in cui la Comunità visita gli anziani durante tutto l’anno”. A trarne beneficio è stato in particolare il programma “Viva gli Anziani!” attivo nei quartieri di Trastevere, Testaccio ed Esquilino.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy