Cardinale Parolin: in Venezuela “prevalgano il senso del bene comune, della giustizia, della solidarietà e dell’amore”

Il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin ha presieduto questa mattina la Messa per la 36.ma Tendopoli dei Giovani presso il Santuario di San Gabriele, ai piedi del Gran Sasso. All’evento, dal titolo “La misericordia si è fatta tenda”, hanno preso parte centinaia di ragazzi provenienti da Italia, Venezuela e Colombia. Il cardinale ha portato il saluto e la benedizione di Papa Francesco. Nell’omelia, riferisce Radio Vaticana, ha ricordato il tempo in cui era nunzio in Venezuela. “Sappiamo – ha detto – che il Venezuela si dibatte in pesantissime difficoltà sociali, politiche ed economiche, che stanno procurando grandi sofferenze” alla popolazione. Ha quindi invitato a pregare per i venezuelani e perché “i protagonisti della vita pubblica e le componenti della società siano saggi e coraggiosi per trovare soluzioni pacifiche alla presente crisi e prevalgano in tutti il senso del bene comune, della giustizia, della solidarietà e dell’amore!”. Poi, ha esortato i giovani a seguire l’esempio di san Gabriele, “che si è fidato e ha accolto l’invito del Signore. Lo ha fatto mettendosi alla scuola di san Paolo della Croce, scegliendo di condividere la sua spiritualità, improntata a vivere con fedeltà il Vangelo e ad annunziare la potenza salvifica della Croce a tutti i fratelli. San Gabriele – ha sottolineato Parolin – con la sua esistenza ha reso tangibile quanto la Passione di Cristo sia veramente la forza che sostiene la Chiesa e il cammino di ogni uomo. Ha scoperto che la contemplazione della Passione è il miglior modo per comprendere fino a che punto il Signore ami le sue creature. Nessuno potrà mai dubitare che quel Cuore trafitto sulla Croce sia diventato per noi una sorgente di vita. Da quella ferita giunge a noi la misericordia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy