Papa Francesco: conferenza sul volo di ritorno da Cracovia, della Turchia “non ho parlato perché non sono ancora sicuro”

(dagli inviati Sir a Cracovia) “Non ho parlato perché non sono ancora sicuro, con le informazioni che ho ricevuto, cosa stia succedendo lì”. Così il Papa, nella conferenza stampa a bordo dell’aereo che lo riportava da Cracovia a Roma, ha risposto a una domanda sulla situazione in Turchia. “Quando ho dovuto dire qualcosa che non piaceva alla Turchia, ma della quale ero sicuro – ha proseguito – l’ho detta, con le conseguenze che voi conoscete. Le ho dette quelle parole… Ero sicuro”. “Ascolto le informazioni che arrivano in Segreteria di Stato, e anche quelle di qualche analista politico importante”, ha rivelato Francesco: “Sto studiando la situazione anche con gli assessori della Segreteria di Stato e la cosa ancora non è chiara. È vero, sempre si deve evitare il male ai cattolici – e questo tutti lo facciamo – ma non al prezzo della verità. C’è la virtù della prudenza… ma nel caso mio voi siete testimoni che quando ho dovuto dire qualcosa che toccava la Turchia, l’ho detta”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy