Terrorismo: don Croce (“Gazzetta d’Asti”), “la guerra non basterà mai a portare pace e sicurezza”

“La guerra non basterà mai a portare pace e sicurezza”. È quanto scrive don Vittorio Croce, direttore della “Gazzetta d’Asti”, nell’editoriale pubblicato sull’ultimo numero del settimanale diocesano astigiano. Nel commentare “l’uccisione a sangue freddo, anzi una vera e propria esecuzione, del parroco emerito Jacques Hamel vicino a Rouen”, don Croce afferma che “lo stesso Maometto si vergognerebbe di chiamare soldati dei ‘giovinastri’ che si prestano con estremo coraggio a sgozzare un vecchio prete di 84 anni”. “C’è speranza di fronte a una cultura che fanatizza insegnando a non temere la morte per sé procurando quella di altri?”, si chiede il direttore, secondo cui la risposta è “certamente la difesa di polizia, la quale però è quasi impotente di fronte a casi sporadici che possono emergere dovunque e in qualunque momento senza preavviso” e “poi la realizzazione di una società che non crei emarginazione e volontà di rivalsa in questi giovani, carichi di odio perché carichi di invidia impotente di fronte al nostro stile di vita”. “Qui – osserva don Croce – si tratta di una sfida veramente epocale che mette alla prova la civiltà euro-americana che si vanta di essere illuminista, cioè scientifica e razionale e tecnologica, fondata sui valori di libertà, fraternità e uguaglianza”. “In questa sfida ci sta anche per i cristiani la prospettiva estrema del martirio”, riconosce il direttore, per il quale questa “è la posizione di Papa Francesco, sempre più spesso oggetto di critica da parte anche cattolica, di chi vorrebbe il rifiuto di ogni dialogo nei confronti dell’islam”. Per don Croce, la guerra non porterà pace e sicurezza né “da parte islamica, perché alla fine arriva sempre a essere di tutti contro tutti, anche all’interno del mondo musulmano”, ma “neanche da parte dell’occidente cosiddetto cristiano che non si potrà mai togliere questa spina dal fianco, il terrorismo appunto, se non lavora a smontarne le ragioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy