Resistenza: don Gioacchino Rey, raccolte firme dei parlamentari italiani per il conferimento della medaglia d’oro al merito civile

“Si velocizzi la procedura di conferimento dell’onorificenza a don Gioacchino Rey, prete eroe della Resistenza romana”. È l’appello lanciato da un gruppo di parlamentari italiani di tutti i gruppi politici, attraverso una raccolta firme promossa da Laura Coccia, deputata romana, per chiedere al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di velocizzare la procedura per il conferimento della medaglia d’oro al merito civile al nobile sacerdote, già richiesta dal prefetto Francesco Paolo Tronca in qualità di Commissario straordinario di Roma Capitale. Oggi, giovedì 28 luglio, alle 13, presso la sala stampa della Camera dei deputati, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa di riconoscenza verso “don Gioacchino Rey, prete e uomo straordinario – si legge in una nota – graziosamente nominato da Pio XII ‘parroco delle trincee’”. “Don Rey – prosegue la nota – è stato colui che il 17 aprile del 1944, nel corso del rastrellamento del quartiere romano del Quadraro, si è battuto contro i tedeschi nella Roma occupata dai nazisti, aiutando l’intera borgata a sopravvivere dopo la razzia degli uomini dai 16 ai 55 anni, deportati e obbligati al lavoro coatto nei territori occupati dal Terzo Reich”. Il lavoro di ricerca storica sulla figura di del sacerdote e sul rastrellamento del Quadraro è stato promosso dall’Associazione nazionale reduci dalla prigionia (Anrp). Alla conferenza stampa interverranno con l’onorevole Coccia, anche Mario Marazziti, presidente della Commissione Affari Sociali alla Camera, Pierluigi Amen, coordinatore del progetto di ricerca storica per conto dell’Anrp, e Andrea Antogiovanni, sindaco di Lenola (Lt), città natale di don Rey.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy