Papa Francesco: riceve le chiavi dal sindaco di Cracovia e va a Blonia in tram con i disabili

(dagli inviati Sir a Cracovia) È cominciato con la consegna delle chiavi della città, da parte del sindaco di Cracovia, Jacek Majchrowski, nella piazza antistante l’arcivescovado, il pomeriggio di Papa Francesco. Il Sindaco è arrivato in via Franciszkanska a bordo di un tram ecologico – bianco e giallo con la scritta “Tram del Papa” – insieme ad alcuni giovani disabili e ai loro accompagnatori. Dopo la consegna delle chiavi della Città, il Papa è salito sul tram e insieme al cardinale Stanisław Dziwisz, arcivescovo di Cracovia, al sindaco e ai giovani, si è diretto verso la spianata di Błonia, grande area verde che può accogliere fino a 600mila persone, per la cerimonia di accoglienza dei giovani della XXXI Giornata Mondiale Della Gioventù. Tema della cerimonia, che è iniziata prima dell’arrivo del Papa, “Chiamati alla santità”: introdotta da musiche e danze tipiche del luogo, prosegue con la sfilata dei giovani che, in rappresentanza dei vari continenti, portano bandiere e fotografie di “Testimoni della Misericordia” della propria area: S. Vincenzo de’ Paoli (Europa), Beata Madre Teresa (Asia), S. Maria MacKillop (Australia e Oceania), S. Giuseppina Bakhita (Africa), S. Damiano de Veuster di Molokai (America del Nord) e Beata Irma Dulce (America del Sud). Poi la “staffetta dei santi” che parte da Sant’Agnese (III secolo) e si conclude con i Beati Fra Sbignew Strzałkowski e Fra Michele Tomasz (XX secolo). Dopo il saluto dell’arcivescovo di Cracovia, l’animazione dei giovani e la lettura del Vangelo, il discorso del Papa, seguito dalla recita del Padre Nostro e dalla benedizione finale. Poi il ritorno in arcivescovado, la cena e il secondo affaccio alla finestra, dopo quello di ieri.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy