Estate in città: a Milano i “personal shopper” di Caritas Ambrosiana. 58 volontari al servizio degli anziani

Ha preso il via a Milano la nuova iniziativa della Caritas Ambrosiana che vede protagonisti i cittadini milanesi al fianco delle persone anziane. Si tratta di 58 persone che hanno scelto di fare nel mese di agosto i “personal shopper” per gli anziani in difficoltà, mettendosi a disposizione per acquistare le medicine, offrire un passaggio dal medico o per fare una passeggiata al parco. Tra i partecipanti, ci sono sia uomini sia donne, insegnanti e professionisti, con un’età media – riferisce la Caritas – di 40 anni e per la maggior parte di loro sarà la prima esperienza di volontariato. Dal 1° agosto al 3 settembre, in sostanza, i personal shopper della Caritas Ambrosiana consegneranno i pasti preparati dall’azienda di ristorazione del Comune di Milano nelle case del decanato di Zara indicate dai Servizi sociali. Domenica 7 agosto, ad esempio, accompagneranno gli anziani al Refettorio Ambrosiano, la mensa solidale del quartiere, dove la Caritas ha organizzato un pranzo di condivisione. L’esperienza sarà ripetuta anche la domenica successiva, quando sempre al Refettorio, si festeggerà il Ferragosto con animazioni proposte dai giovani volontari. “Si tratta di un’esperienza gratificante per chi riceve l’aiuto ma anche per chi lo offre – spiega Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana -. Agosto è un mese perfetto per cominciare un’esperienza di volontariato, perché i ritmi della città rallentano e si può riscoprire il gusto dei rapporti umani”. Il servizio è promosso da Caritas Ambrosiana in collaborazione con il Comune dal 2000. In 16 anni sono stati 700 i milanesi che hanno scelto di dedicare gratuitamente qualche settimana o qualche giorno a questa attività.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy