This content is available in English

Attacco a chiesa in Francia: messa nella cattedrale Notre-Dame di Parigi. La preghiera del vescovo per gli assassini di p. Jacques

“Non si costruisce una umanità unita dando la caccia a capri espiatori. Non si contribuisce alla coesione della società e alla vitalità dei legami sociali dando fiato a un mondo virtuale di polemiche e violenze verbali. Impercettibilmente, ma realmente questa violenza virtuale finisce sempre per diventare odio reale e per promuovere la distruzione come mezzo di progresso”. Con queste parole il cardinale André Vingt-Trois, arcivescovo di Parigi, si è rivolto alla platea di politici e autorità che hanno riempito ieri sera la cattedrale di Notre-Dame per partecipare alla Messa in ricordo di padre Jacques Hamel. Il cardinale ha pronunciato un’omelia impegnativa e ad ascoltarlo, in prima fila, c’erano personalità politiche di spicco come il presidente della Repubblica, François Hollande, il primo ministro, Manuel Valls, i presidenti Nicolas Sarkozy e Valéry Giscard-d’Estaing, e i ministri Jean-Marc Ayrault (esteri), Bernard Cazeneuve (interno), Emmanuel Macron (economia), Najat Vallaud-Belkacem (educazione).
“La battaglia di parole – ha incalzato il cardinale – finisce troppo spesso per banalizzare l’aggressività facendola diventare una modalità di relazione. Una società fondata sulla fiducia non può che progredire solo attraverso il dialogo in cui le divergenze si ascoltano e si rispettano”. Approfittando della presenza di politici, il cardinale ha chiesto di “non innervosire gli altri, di non innescare conflitti e aggressività, di non incitare alla violenza con proposte sconsiderate”.
Alla Messa, era presente anche il vescovo di Rouen, monsignor Dominique Lebrun, che ha reso omaggio al sacerdote della sua diocesi brutalmente ucciso martedì: “Padre, ricordati di Jacques che è stato chiamato da te. Osiamo anche pregare per gli assassini di padre Jacques. Se lo vuoi, poiché tu lo vuoi, salvali”. La cerimonia si è conclusa con uno scambio di saluti tra i vescovi e le autorità politiche presenti. Alla fine, il presidente Hollande è stato invitato a mettersi alla testa del corteo dei celebranti, a fianco del cardinale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy