Attacco a Chiesa in Francia: “Il Ticino” (Pavia) listato a lutto per l’assassinio di padre Hamel

Il numero di questa settimana de “Il Ticino”, settimanale della diocesi di Pavia, esce listato a lutto. “Una scelta presa di comune accordo dal direttore Alessandro Repossi e dalla redazione – si legge sul settimanale pavese – per onorare la memoria di padre Jacques Hamel, il sacerdote ucciso in una chiesa di Rouen, in Francia, e per ricordare anche tutte le vittime degli attentati terroristici”. Oltre all’apertura – “Padre Jacques, ‘martire’ cristiano del terrorismo. Il dolore di Papa Francesco: ‘Una violenza che provoca orrore’” – “Il Ticino” dedica al tragico evento anche l’editoriale, firmato da don Fabio Besostri, direttore dell’Istituto di scienze religiose di Pavia, dal titolo “L’attacco al cuore della nostra fede”. “Noi cattolici – afferma don Besostri – non possiamo sottovalutare il peso simbolico di questo episodio: per noi, la Messa non è un qualunque rito religioso, ma è il cuore stesso della nostra fede”. “Anche quella celebrata in una grigia chiesa di periferia, con quattro vecchiette e un prete anziano, è sempre il mistero di Cristo che muore sulla croce per la salvezza del mondo”, aggiunge Besostri, secondo cui “ravvisiamo nell’assalto alla chiesa di Rouen il tentativo di colpire la Chiesa al cuore: ma sbaglieremmo se ci fermassimo a questa lamentosa constatazione”. “Il Vangelo – conclude l’editoriale – ci invita a leggere in questo avvenimento un segno, una parola di Dio per noi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy