Scontro fra treni in Puglia: parenti delle vittime, “Bello avere il Capo dello Stato qui. Un’ulteriore iniezione di fiducia”

“Adesso c’è tanta rabbia ma aspettiamo come evolve la situazione. Io ho tastato gli umori delle altre famiglie e c’è fiducia nelle Istituzioni e nella Giustizia”. A dirlo è il fratello di Fulvio Schinzari, vice questore di Bari e una delle vittime dell’incidente avvenuto sulla tratta Bari Nord martedì scorso. “Abbiamo intenzione di istituire un comitato delle vittime – dice -. È dura ma la morte di mio fratello mi ha dato una forza incredibile. Io non mi arrendo. E per lui lotterò fino all’estremo perché tutte le situazioni simili a questa vengano fuori. Noi le segnaleremo tutte e le porremo al vaglio delle autorità competenti. Ma la cosa sarà seguita, questa volta sì”. C’era anche il fratello di Schinzari all’arrivo del Presidente Mattarella nella sua visita al Policlinico di Bari: “È stato bello avere il Capo dello Stato qui perché è arrivato da noi in maniera discreta e tranquilla. È un’ulteriore iniezione di fiducia. Non mi ridarà indietro mio fratello però si sta muovendo bene. E voglio fare un plauso a tutti quelli che ci hanno assistito in ogni momento e in ogni modo, così come i soccorsi sono stati eccezionali. Perché il Sud non è quello che tutti pensano. Il Sud è anche solidarietà, soccorsi immediati, assistenza e un gran cuore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy