This content is available in English

Ue: Eurobarometro, cittadini chiedono azioni contro terrorismo, disoccupazione ed evasione fiscale

(Bruxelles) – “Un maggior interventismo dell’Unione europea in materia di lotta al terrorismo, contrasto alla disoccupazione ed evasione fiscale, ma anche una Unione che faccia di più per risolvere la crisi dei migranti, per proteggere le proprie frontiere esterne e per la tutela dell’ambiente”. Così una nota del Parlamento Ue riassume i principali risultati di un sondaggio speciale dell’Eurobarometro pubblicato oggi. Il sondaggio è stato effettuato su un campione di 27.969 cittadini intervistati tra il 9 e il 19 aprile 2016. “Ai cittadini è stato chiesto – chiarisce Europbarometro – se fossero favorevoli o contrari a nuovi interventi da parte dell’Ue in quindici aree tematiche”. Per tredici delle 15 aree tematiche prese in esame, i cittadini europei “vogliono un’Unione europea più attiva”. Secondo il campione che ha preso parte al sondaggio, le priorità in questo momento sono la lotta al terrorismo (82%) e il contrasto alla disoccupazione (77%). Il 40% dei cittadini europei crede che il rischio di nuovi attacchi terroristici sia elevato”. Le tre misure proposte dal Parlamento Europeo che gli intervistati “ritengono più urgenti sono la prevenzione dei finanziamenti a organizzazioni terroristiche (42% del campione), gli atti volti a estirpare le radici del terrorismo e della radicalizzazione (41%) e a rafforzare i controlli lungo le frontiere esterne dell’Unione (39%)”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori