Tribunali per i minorenni: Agevolando, adesione a petizione per evitare la soppressione

“No alla soppressione dei Tribunali per i minorenni”. L’Associazione Agevolando ha scelto di aderire alla petizione lanciata su Change.org per chiedere ai senatori che compongono la Commissione giustizia di stralciare dalla riforma gli articoli riguardanti la disciplina minorile, per portarla a una discussione più accurata e meno frettolosa. La petizione è stata lanciata da Paolo Tartaglione e sottoscritta da molte organizzazioni (Ordine degli psicologi, Ordine degli assistenti sociali, Aimmf, Unione Camere minorili, Associazione nazionale magistrati…) e privati cittadini, tra i quali l’ex magistrato Gherardo Colombo che ha così giustificato la sua scelta: “Ho scelto di firmare perché l’abolizione dei Tribunali per i minorenni e delle sezioni dedicate della procura genera il rischio molto concreto e grave che la giustizia finisca per trattare ragazzi e bambini come se fossero adulti, con conseguenze molto negative per loro e per la collettività”. “Ci ritroviamo in queste parole e pensiamo che non debba essere approvato un provvedimento che rischia di non tutelare nel modo giusto il preminente interesse dei minorenni, non prestando la dovuta attenzione alle delicate decisioni che li riguardano e rischiando ancora una volta di dare priorità ai soli interessi degli adulti”, spiega Agevolando. Agevolando onlus nasce nel 2010 su iniziativa di ex-ospiti di comunità per minori “fuori famiglia” ora impegnati attivamente nel sociale. Obiettivo principale dell’associazione è quello di valorizzare e sostenere giovani ex-ospiti di comunità per minori e/o di famiglie affidatarie attraverso la promozione della loro partecipazione individuale e sociale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori