This content is available in English

Germania: brochure spirituale e pastorale per la squadra olimpica e paralimpica a Rio de Janeiro

Dal 1972, in occasione dei Giochi olimpici di Monaco di Baviera, le Chiese cattolica e protestante tedesche nominano dei pastori ufficiali per accompagnare gli atleti delle squadre nazionali. Per i prossimi Giochi di Rio de Janeiro (5-21 agosto) e delle Paralimpiadi (7-18 settembre) è stato pubblicato un vademecum di accompagnamento spirituale ed ecumenico. “Chi conosce lo stress e la frenesia dei Giochi, sa quanto siano importanti momenti di calma e di riflessione per raccogliere nuove forze”, dice l’introduzione alla rivista, intitolata “Mittendrin” (Nel mezzo), distribuita a tutti gli atleti in questi giorni. Il presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), il cardinale Reinhard Marx, e il presidente del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania (Ekd), il vescovo Heinrich Bedford-Strom, hanno evidenziato nella prefazione l’importanza dello spirito olimpico e paralimpico: “Non sarete nel vuoto, invece avrete sempre a che fare con la necessità di essere coi piedi per terra”. Marx e Bedford-Strom si riferiscono alla doppia faccia del Brasile che gli atleti incontreranno: oltre alle spiagge, alle preziose riserve naturali, alla samba e, ovviamente alle gare olimpiche e paralimpiche, ci saranno anche le favelas e le contraddizioni economiche e sociali. Quindi “gli stimoli che si trovano nella rivista vanno intesi come un libro che fornisce agli atleti testi biblici, preghiere e meditazioni per l’esercizio spirituale” “per ricaricare le batterie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori