Austria: annullato il ballottaggio per il presidente federale. Corte costituzionale: si torna alle urne

Dopo il ballottaggio per la scelta del presidente federale austriaco, il 22 maggio, l’FpÖ – Partito austriaco della libertà – aveva ricusato i risultati del ballottaggio a causa di presunte irregolarità chiedendo la ripetizione del voto, nel quale il proprio candidato, Norbert Hofer, prese il 49,7 per cento a fronte del 50,3 per cento ottenuto dal vincitore, l’indipendente Alexander Van der Bellen, ex leader del partito verde. La Corte costituzionale non ha determinato accuse concrete di manipolazione, ma la mera possibilità di manipolazione è un dubbio così grave che – questa la decisione – l’elezione deve essere annullata e ripetuta, anche perché sulla base di molte testimonianze le leggi elettorali esistenti non sono state rispettate nel conteggio dei voti in alcune parti del Paese. Appena diffusa la notizia, si è scatenato un feroce dibattito interno all’Austria e la questione è rimbalzata su tutti i siti di informazione europei.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori