Genocidio armeno: Patriarca degli armeni Karekin II, “passo importante per prevenire il ripetersi di tali crimini nella storia”

Sua Santità Karekin II, Patriarca e Catholicos di tutti gli Armeni, ha inviato una lettera di “apprezzamento” a Norbert Lammert, presidente del Bundestag tedesco esprimendo la sua “gratitudine per l’adozione di una risoluzione che ha riconosciuto ieri il Genocidio armeno”. Ieri, il Parlamento tedesco ha infatti approvato praticamente all’unanimità una mozione che definisce “genocidio” il massacro degli armeni avvenuto in Turchia nel corso del 1915 da parte dell’Impero ottomano.

Nella sua lettera al presidente Lammert, il Patriarca Karekin II, che a fine giugno ospiterà nella sua residenza apostolica Papa Francesco, loda la buona volontà espressa da figure politiche e pubbliche nella restaurazione della giustizia storica. In particolare, Sua Santità ha sottolineato: “Questa risoluzione per il riconoscimento e la condanna del Genocidio armeno non è solo un passo importante per dimostrare una volta per sempre la realtà storica del genocidio perpetrato contro il popolo armeno nel XX secolo, ma anche per prevenire il ripetersi di tali crimini nella storia. La decisione presa è una grande testimonianza e un invito al mondo di resistere e respingere la politica negazionista per quanto riguarda i crimini perpetrati contro l’umanità in diversi angoli del mondo. Estendiamo le nostre benedizioni e il nostro apprezzamento ai membri del Bundestag tedesco e tutte le persone di buona volontà, augurando loro una volontà instancabile e lo zelo nella missione divina di difendere i valori universali umani e dei diritti di protezione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia