Diocesi: mons. Renzo (Mileto) a Rns, no a “un cristianesimo di facciata, vuoto di gesti e testimonianza concreta”

“Siamo nel clima giusto per lasciarci rinnovare dallo e nello Spirito, che invochiamo su di noi perchè ci renda testimoni coraggiosi in questa società che di cristiano nei fatti dimostra di aver ormai molto poco”. A dirlo è stato ieri sera il vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Luigi Renzo, celebrando la liturgia eucaristica a Paravati durante il convegno regionale mariano promosso da “Rinnovamento nello Spirito Santo” che si è poi concluso in serata con una fiaccolata e la Serenata a Maria organizzata come ogni anno dalla fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”. Il presule ha messo in guardia da “un cristianesimo di facciata, vuoto di gesti e di testimonianza concreta. Prendiamola come una sfida – ha aggiunto mons. Renzo – che, come cristiani e aggregazioni laicali impegnati, dobbiamo accettare rivisitando e magari rendendo più visibili i carismi che lo Spirito ha seminato in ognuno di noi al fine di portare a tutti l’amore e la misericordia di Dio”. Giovanni Paolo II approvando lo statuto definitivo del Rinnovamento dello Spirito – ha ricordato mons. Renzo – ha dato loro la consegna di far conoscere e amare lo Spirito Santo: da qui l’invito ad essere “orgogliosi di questo compito. Sappiate trovare sempre in Maria il modello ideale per aiutare lo Spirito Santo a rinnovare con i suoi doni la faccia della terra”. Il raduno era iniziato tra canti e preghiere e una relazione sul tema “Maria Porta del cielo” affidata a don Patrizio Di Pinto, consigliere nazionale di Rinnovamento nello Spirito Santo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia