Atto vandalico Monte Grisa: mons. Salvadè (vicario generale Trieste), “la debolezza di Dio è più forte della potenza (stupida) dell’uomo”

“Chi ha paura della croce di Gesù?”. “Il Male ha paura della Croce ed esso si manifesta in modi sempre nuovi per combattere una battaglia che di fatto ha già perso, perché Cristo l’ha sconfitto per sempre sulla Croce”. Lo scrive monsignor Pier Emilio Salvadè, vicario generale dell’arcidiocesi di Trieste e legale rappresentante del Tempio mariano nazionale di Monte Grisa, sull’ultimo numero del settimanale diocesano “Vita Nuova”. Commentando l’atto vandalico di cui è stata fatta oggetto nei giorni scorsi la Via Crucis del santuario (dieci  croci distrutte), monsignor Salvadè osserva che esso “ci ricorda una cosa: la Croce di Gesù da duemila anni è scandalo e stoltezza”, “non attira applausi, ma critiche e contestazioni” e “ci rende da sempre minoranza e minoranza perseguitata”. Di qui il pensiero ai tanti cristiani che “oggi nel mondo vivono in terre in cui non è possibile professare liberamente la propria fede e il proprio culto. Essi ogni giorno sono sfregiati nei loro diritti fondamentali, come lo è stata la nostra Via Crucis pochi giorni fa”. Tuttavia “dobbiamo avere la certezza che la debolezza di Dio che si è spinto fino alla morte di Croce è più forte di qualsiasi potenza umana”. Apparentemente “chi ha distrutto le croci di legno al Monte Grisa sembra aver vinto qualche giorno fa. Sembra aver vinto perché questo gesto ha avuto un’eco mediatica, forse molto di più della settimana di celebrazioni fatte precedentemente proprio lì”, ma ” la loro è una vittoria di Pirro” perché sono aumentate la preghiera e la devozione verso quel santuario. “La debolezza di Dio è più forte della potenza (stupida) dell’uomo”. “Se un uomo nudo, appeso al patibolo più infamante, inerme, disprezzato e reietto dagli uomini, ucciso duemila anni fa, è ancora così pericoloso da impegnare persone a distruggere i segni di questa sconfitta così lampante, allora significa – conclude monsignor Salvadè – che Cristo è davvero il Salvatore e il Vittorioso, è Colui che ha vinto il mondo e la morte”. Insomma, “il Bene è più forte del male”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia