Sanità: Fond. Policlinico Gemelli: primo “Bilancio di missione” con attività 2015 e sfide per il futuro

In 114 pagine il racconto del primo anno di cammino della Fondazione Policlinico universitario Agostino Gemelli e la sottolineatura delle specificità e degli assetti con cui la Fondazione ha già iniziato ad affrontare la sfida del consolidamento dell’esistente e della crescita futura. Il ritratto emerge dalla lettura del primo “Bilancio di missione”, rendiconto dell’attività svolta nel corso del 2015, ma anche fotografia dettagliata della nuova struttura organizzativa. Questi alcuni numeri di “Un giorno qualunque” al Policlinico Gemelli: 262 pazienti ricoverati, 220 persone che accedono al Pronto soccorso di cui 7 codici rossi, 126 interventi chirurgici, 11 bambini nati, 9604 prestazioni ambulatoriali per pazienti non ricoverati, 4.200 procedure di accettazione, 3.100 pasti erogati. Il Gemelli è il secondo ospedale italiano per grandezza e uno dei principali ospedali oncologici nazionali, centro di eccellenza per cure, innovazione e ricerche mediche grazie alla sinergia con gli istituti della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università cattolica. Un lavoro continuo nelle 24 ore che impegna 5.188 lavoratori, di cui 975 medici e 2.045 infermieri, realizzato anche con il contributo di 400 volontari di 40 associazioni non profit che offrono il loro aiuto a malati e familiari per quelle esigenze che vanno oltre l’assistenza medico-infermieristica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy