Media: Radio Cittadella (Taranto) compie 25 anni. È nata nel 1990 per volontà di mons. Guglielmo Motolese

“Signora Maria, facciamo una radio?”. È il febbraio del 1990. Monsignor Guglielmo Motolese, ai tempi arcivescovo della diocesi di Taranto, chiama a colloquio Maria Silvestrini, insegnante in pensione. Lei non ha alcuna esperienza pregressa nel settore radiofonico. “Dissi a me stessa: ‘se don Guglielmo dice che ce la posso fare, vorrà dire che davvero posso farcela’. Così accettai”. Parte da qui l’avventura di Radio Cittadella, emittente comunitaria d’ispirazione cattolica e palestra di giornalismo per tanti giovani del capoluogo ionico. Ed il primo traguardo oggi è raggiunto: radio Cittadella compie 25 anni dall’avvio delle trasmissioni. Nel giugno del 1991, fu proprio il compianto arcivescovo, fondatore della struttura socio-assistenziale Cittadella della Carità a dare avvio alle trasmissioni. “La voce di questa radio – disse – metterà in evidenza le testimonianze di tanto bene che si profonde in città. Contribuiremo così, in positivo, alla rinascita di tutto il territorio e all’opera della nuova evangelizzazione, che impegna la Chiesa italiana”. Dal 1999 a dirigere l’emittente è la giornalista Gabriella Ressa. “Chi ci ascolta, ascolta una radio di qualità, di contenuti, ma anche di bella musica, di belle voci. Questo fa supporre che dietro ci sia un grande apparato. In realtà Radio Cittadella – spiega – è fatta da un gruppo di persone che fanno un percorso di vita oltre che professionale, che donano un po’ del proprio tempo, della propria competenza e della propria disponibilità, per un grande progetto di bene che mette al centro la persona prima che la notizia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy