Vatileakes 2: p. Lombardi, l’udienza di oggi. Le prossime il 4 e 5 luglio

“Oggi, martedì 14 giugno, con inizio alle ore 15.45, ha avuto luogo presso l’Aula del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano un’ulteriore udienza del processo in corso per la divulgazione di notizie e documenti riservati”. A renderlo noto è il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, precisando che erano presenti, oltre al Collegio giudicante (i proff. Giuseppe Dalla Torre, Piero Antonio Bonnet, Paolo Papanti-Pellettier e Venerando Marano) e al Promotore di Giustizia (proff. Giampiero Milano e Roberto Zannotti), gli imputati: Angel Lucio Vallejo Balda, Nicola Maio e Gianluigi Nuzzi, mentre erano assenti gli imputati Francesca Immacolata Chaouqui ed Emiliano Fittipaldi, rappresentati tuttavia dai propri avvocati. Erano quindi presenti tutti e cinque gli avvocati: Emanuela Bellardini, Laura Sgrò, Rita Claudia Baffioni, Lucia Teresa Musso e Roberto Palombi.
“Aperta l’udienza, come era stato richiesto dall’avvocato difensore –  prosegue il portavoce vaticano –  sono state ascoltate le dichiarazioni del dr. Gianluigi Nuzzi che ha fatto alcune precisazioni a proposito della deposizione del teste De Santis. Infine sono stati ascoltati i due periti, prof. Paolo Azzeni (Primo Perito) e ing. Stefano De Nardis (Secondo Perito) che hanno dato informazioni sul modo in cui era stata da loro svolta la perizia informatica e hanno risposto ad alcune domande. I due periti si sono manifestati in pieno accordo fra loro, come era del resto risultato anche dalla relazione della perizia stessa, firmata da ambedue i periti.  Dopo ogni dichiarazione o testimonianza è stato letto e approvato il verbale relativo. Avendo l’avv. Sgrò rinunciato a un’istanza di supplemento di perizia da lei precedentemente avanzata, l’Udienza è terminata intorno alle 16.30”.  Le prossime udienze sono convocate per lunedì 4 luglio alle 15.30 e per il 5 e il 6 luglio alle 9.30 e saranno dedicate alla requisitoria del Promotore di Giustizia e alle arringhe degli avvocati. Da sabato sorso, l’imputato Lucio Vallejo Balda da sabato scorso non è più in stato di detenzione, ma di semilibertà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy