Ospedale Bambino Gesù: inaugurato nuovo reparto per trapianto midollo e terapie cellulari oncologiche

Più di 300 metri quadrati di spazi dedicati, 7 posti letto ad alta tecnologia collocati in apposite stanze per permettere il completo isolamento ambientale. Sono alcune delle caratteristiche che rendono unico in Europa il nuovo reparto Trapianto emopoietico e terapie cellulari dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, dedicato ai piccoli pazienti affetti da leucemie acute, malattie genetiche (tra cui talassemie, anemie di Fanconi, gravi immunodeficienze), che richiedono un trapianto di cellule staminali emopoietiche. Il reparto, già attivo da diverse settimane, è stato inaugurato ufficialmente oggi alla presenza del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e della presidente dell’Ospedale della Santa Sede Mariella Enoc. Le 7 nuove degenze si aggiungono alle 6 già esistenti, portando a 13 il numero dei posti letto dedicati ai trapianti di midollo, all’interno del Dipartimento di Onco-ematologia pediatrica e Medicina Trasfusionale diretto dal prof. Franco Locatelli. L’Ospedale pediatrico Bambino Gesù effettua il più alto numero di trapianti di midollo in Europa. Ogni anno vengono effettuati circa 140-150 trapianti, che appresentano un quarto dell’attività trapiantologica dell’intero Paese. Nel 2015 sono stati effettuati 111 trapianti di midollo allogenico e 32 di midollo autologo. Dal 2010 a oggi sono stati effettuati più di 800 trapianti di cellule emopoietiche. Il Dipartimento di Onco-ematologia pediatrica e Medicina Trasfusionale dispone di un totale di 57 posti letto. Nel 2015, sono stati presi in carico 363 nuovi pazienti, di cui 76 leucemici. Di questi 363 pazienti, il 60% proviene da fuori regione, il 20% dal Lazio, mentre il restante 20% viene dall’estero.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori