Unitalsi: domani si chiude terza fase del progetto “Per-corsi tra scienza ed etica per l’integrazione della persona”

Si concluderà domani, domenica 15 maggio, presso la Fraterna Domus a Sacrofano (Rm), la terza fase del progetto “Per-corsi tra scienza ed etica per l’integrazione della persona” realizzato dall’Unitalsi e finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’iniziativa – a cui in questi giorni prendono parte 40 persone provenienti da Campania, Basilicata, Puglia e Sicilia – “ha come obiettivo quello di formare i volontari dal punto di vista sanitario, catechetico e psico-pedagogico in particolare in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco”. Il progetto è realizzato anche in collaborazione con il Pontificio Consiglio della Pastorale per gli Operatori Sanitari e ha come obiettivi “quelli di migliorare l’accoglienza nei confronti persone malate o con disabilità, formare un numero adeguato di volontari in ambito sanitario e psico-pedagogico al senso della guarigione secondo un’etica cristiana e contribuire all’inclusione della persona malata o con disabilità”. In programma, nella tre giorni di formazione e studio, gli interventi di Federico Baiocco, responsabile nazionale dei Medici Unitalsi, di don Carmine Arice, direttore dell’ufficio nazionale della Cei per la pastorale della salute, e di mons. Auguto Chendi, sotto-segretario del Pontificio Consiglio degli Operatori sanitari. Il prossimo appuntamento legato al progetto, che ha visto impegnate oltre 150 persone provenienti da tutta Italia, “sarà a settembre – annuncia Baiocco – quando tutti i partecipanti si ritroveranno per un grande convegno che concluderà questa esperienza con importanti contributi anche del mondo politico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy