Sport: Ipsia Acli, a giugno in Bosnia Erzegovina “Football no limits”

Ormai da diversi anni, attraverso il progetto di volontariato all’estero “Terre e Libertà”, le estati di Ipsia (Acli) offrono, a giovani in cerca di nuove esperienze, dalle 2 alle 3 settimane di intense attività di volontariato all’estero, che si concentrano per la maggior parte tra luglio ed agosto e che li catapultano con preparazione in contesti dove potersi mettere alla prova. Cosa c’è di diverso in questa estate ormai alle porte? Un gruppo, un numero spropositato di bambini e diverse località; in altre parole “Football no limits”. Si tratta di un progetto, co-promosso da Calcioshop, attraverso il quale Ipsia si rimette in gioco con un’iniziativa che riporta un po’ tutti indietro negli anni, ma su una tematica molto attuale. Attraverso il gioco del calcio, il progetto vuole promuovere la cultura sportiva e il diritto al gioco di ogni bambino, come momento di aggregazione, di socializzazione, di crescita sana e di sviluppo educativo. Dal 15 giugno al 25 luglio, sfruttando la fase finale degli Europei in Francia per una maggiore risonanza dell’intervento, nelle piazze principali di Bosanska Krupa, Banja Luka, Sarajevo, Mostar e Tuzla (Bosnia Erzegovina), saranno realizzate in 5 giornate eventi, attività di propedeutica al calcio e micro tornei con l’ausilio di strutture e materiale sportivo di facile montaggio. Le attività saranno condotte da educatori sportivi qualificati italiani e bosniaci e supportate dalle realtà sportive locali e coinvolgeranno circa 800 bambini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy