Papa Francesco: udienza giubilare, “mentre doni, il tuo cuore non si rattristi”

Nella Bibbia c’è “un ritornello continuo”. Lo ha spiegato il Papa, che ha tenuto gran parte della catechesi dell’udienza giubilare di oggi a braccio. “Il bisognoso, la vedova, lo straniero, il forestiero, l’orfano è un ritornello – ha detto fuori testo – perché Dio vuole che il suo popolo guardi a questi nostri fratelli”. Per Francesco sono loro, infatti, “al centro del messaggio: lodare Dio con sacrifici e lodare Dio con l’elemosina”. “Il dovere dell’elemosina è antico quanto la Bibbia”, ha ricordato il Papa: “Il sacrificio e l’elemosina erano due doveri a cui una persona religiosa doveva attenersi. Ci sono pagine importanti nell’Antico Testamento, dove Dio esige un’attenzione particolare per i poveri che, di volta in volta, sono i nullatenenti, gli stranieri, gli orfani e le vedove”. “Insieme all’obbligo di ricordarsi di loro, viene data anche un’indicazione preziosa”, ha aggiunto il Papa sulla scorta del racconto biblico: “Dai generosamente e, mentre doni, il tuo cuore non si rattristi”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy