Giovani: Csi: al via il progetto #SportStupefacente

6 ragazzi su 10, nelle scuole, fanno uso di droghe leggere. I dati sono stati diffusi nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto socio-sportivo #SportStupefacente, promosso dal Centro sportivo italiano (Csi) e patrocinato dal ministero della Salute e dal ministero del Welfare, con il supporto della presidenza nazionale della Federazione italiana comunità terapeutiche (Fict). Un progetto-pilota per l’intero sistema scolastico nazionale, la cui cabina di regia è a Reggio Calabria; un’iniziativa rivolta agli studenti degli istituti superiori. Da Locri a Cinquefrondi, non solo si scenderà in campo, fronteggiandosi in un campionato studentesco, ma si proverà a discutere con i ragazzi del tema delle droghe, grazie alla sensibilità del Provveditorato degli studi e della Consulta provinciale degli studenti, e con la collaborazione di “testimonial”-capitani singolari. Saranno, infatti, gli utenti della comunità terapeutica del Ce.Re.So. a condividere la loro esperienza negativa, per evidenziare tutte le possibilità positive di una vita basata sul divertimento sano, quale lo sport tra amici.  “Una sfida da vincere – ha dichiarato Paolo Cicciù, presidente provinciale e consigliere nazionale del Csi – perché purtroppo il problema del consumo in età scolare delle droghe sembra essere uscita dall’agenda mediatica. Così non deve essere: questa può rappresentare una ‘bomba’ sociale, da disinnescare con tutti gli strumenti a nostra disposizione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy