Migrazioni: Avramopoulos (Commissione), “nuove tecnologie per gestione flussi e lotta a immigrazione irregolare”

(Bruxelles) – “L’utilizzazione di nuove tecnologie renderà più agevole la gestione dei flussi di viaggiatori che giungono alle nostre frontiere esterne e la lotta contro l’immigrazione irregolare e migliorerà la sicurezza interna”. Ne è convinto Dimitris Avramopoulos, commissario europeo per la migrazione, che ha presentato oggi il nuovo pacchetto di proposte su migrazioni, frontiere, asilo e sicurezza. “Oggi affrontiamo una reale carenza dei nostri sistemi di informazione e prendiamo misure concrete per rendere le nostre frontiere più sicure, intelligenti ed efficaci per i viaggiatori che si dirigono, in numero crescente, nell’Ue”. Insiste sul termine “viaggiatori”, benché l’emergenza profughi faccia pensare a costoro. Il sistema di ingressi/uscite proposto consentirà “una gestione efficace dei soggiorni di breve durata autorizzati e una maggiore automazione dei controlli alle frontiere, permettendo anche di individuare più facilmente i documenti contraffatti e le false identità”. Il sistema, chiarisce la Commissione, “si applicherà a tutti i cittadini di Paesi terzi ammessi per un soggiorno di breve durata nello spazio Schengen (non superiore a 90 giorni nell’arco di 180 giorni)”.

Il sistema registrerà i nomi, il tipo di documento di viaggio e i dati biometrici, nonché la data e il luogo di ingresso e di uscita. “Ciò agevolerà l’attraversamento delle frontiere per i viaggiatori in regola e permetterà di individuare coloro che sono rimasti nell’Ue dopo la scadenza del periodo autorizzato e di identificare le persone prive di documenti nello spazio Schengen”. Il sistema registrerà anche i respingimenti. Il sistema di ingressi/uscite sostituirà l’attuale sistema di timbratura manuale dei passaporti “che è dispendioso in termini di tempo, non fornisce dati affidabili sugli attraversamenti di frontiera e non consente di individuare chi rimane nello spazio Schengen dopo la scadenza del periodo autorizzato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy