Ue: roaming, da domani meno caro usare il cellulare in un altro Paese comunitario

(Bruxelles) “Un’altra pietra miliare verso l’abolizione totale del roaming in tutta l’Ue”: così il Parlamento europeo segnala la nuova riduzione tariffaria a partire dal 30 aprile per le telefonate e l’uso di internet all’estero con dispositivo mobile. Da domani i cittadini europei che utilizzeranno il loro cellulare in un altro Stato membro dell’Ue beneficeranno di un’ulteriore riduzione delle tariffe per chiamate, messaggi e traffico dati”. La novità si deve al “pacchetto telecomunicazioni” approvato dal Parlamento europeo lo scorso ottobre, che diverrà pienamente operativo dalla metà di giugno 2017. Da domani le tariffe per chi utilizza il cellulare in un altro Stato membro potranno avere un aumento massimo, rispetto al normale piano tariffario applicabile nel proprio Paese, di: 0,05 euro per minuto di chiamata; 0,02 euro per sms inviato; 0,05 euro per megabyte di dati.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy