Comunicazioni sociali: Weca, mercoledì 27 aprile “un’etica possibile per una comunicazione che cambia”

Sarà dedicata a “un’etica possibile per una comunicazione che cambia” la quinta diretta del percorso “Comunicazione e Misericordia”, il ciclo di sei incontri voluti dall’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e promosso dall’associazione Webcattolici italiani (WeCa). Nel corso dell’appuntamento in onda mercoledì 27 aprile alle 18.30, si continuerà a riflettere, alla vigilia della 50ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, sulle parole di Papa Francesco per una comunicazione più autentica, misericordiosa e a misura di uomo. Nel suo messaggio per questo appuntamento il Papa invita, tra l’altro, a “uscire dai circoli viziosi delle condanne e delle vendette” che si sviluppano in Rete. “Con la diffusione su larga scala dei mezzi di comunicazione digitale – spiegano i promotori dell’incontro -, è forse giunto il tempo di pensare a un’etica, o quanto meno a dei principi di ‘buona educazione’, per un web pienamente umano”. E sarà proprio questo il focus dell’incontro al quale parteciperà Adriano Fabris, dell’Università di Pisa. Rispondendo alle domande del giornalista di Tv2000, Fabio Bolzetta, il docente spiegherà “su quali basi regolamentare e autoregolamentarsi contro le derive e gli eccessi dietro una tastiera o uno smartphone”. La diretta sarà trasmessa sui siti www.chiesacattolica.it/gmcs2016 e www.webcattolici.it. Chiunque può intervenire in diretta con domande e commenti, anche prima dell’orario di messa in onda, intervenendo sulla pagina Youtube o su quella Facebook di WeCa. Sempre su questi siti è possibile recuperare, in ogni momento, le registrazioni delle dirette già trasmesse.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy