Prostituzione: Comunità Papa Giovanni XXIII, il 13 maggio in marcia da Firenze a Viareggio per “Un’altra strada è possibile”

Una staffetta podistica a favore della liberazione delle vittime della prostituzione. A proporla è la Comunità Papa Giovanni XXIII che il prossimo 13 maggio si metterà in marcia da Firenze a Viareggio nella convinzione che “Un’altra strada è possibile”. “In Italia – si legge in una nota – si stima che le vittime di tratta siano tra le 75mila e le 120mila” mentre sono “9 milioni i clienti con un giro d’affari di 90 milioni di euro al mese”. “Spesso le donne che si prostituiscono appartengono a categorie vulnerabili, in condizioni sociali ed economiche sfavorevoli, private dei loro documenti e non in grado di difendersi e di reagire”. Inoltre, “ogni tentativo di contrastare la prostituzione – rileva la Comunità Papa Giovanni XXIII – deve considerare non solo l’offerta ma anche la domanda di prestazioni sessuali che alimenta il mercato del sesso a pagamento, sanzionando il cliente”. L’iniziativa prenderà il via alle 18 da piazza della Repubblica a Firenze con il saluto dei rappresentanti delle istituzioni e la testimonianza di una vittima di tratta. Poi alle 19 partirà una marcia lenta fino all’impianto sportivo Paganelli da dove entreranno in scena i podisti che, dopo aver attraversato Montecatini Terme, Lucca e Pisa, raggiungeranno Viareggio intorno alle 17 del 14 maggio, quando è previsto un nuovo momento di testimonianze.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy