Papa Francesco: telegramma al card. Betori in ricordo del beato Paolo VI e dell’alluvione di 50 anni fa

Papa Francesco torna a rivolgersi a Firenze con un telegramma inviato ieri al cardinale arcivescovo Giuseppe Betori in occasione del 45° anniversario dell’inaugurazione della Casa per anziani Paolo VI, dono del beato Pontefice alla città di Firenze e segno di sollecitudine in un momento tanto doloroso a causa della devastante alluvione. Nel telegramma, firmato dal cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, il Papa “rivolge il suo beneagurante pensiero, esprimendo compiacimento per la provvidenziale realizzazione che, nata dal cuore di Pastore buono del Beato Papa, ha continuato il suo fecondo servizio agli anziani, animata da sentimenti di sincera carità cristiana e da amore al prossimo”. Ieri il card. Betori, su invito della madre superiora, suor Giorgina Alberghini, e dell’Associazione Firenze Promuove, ha celebrato, nella restaurata cappella della Casa per anziani “Paolo VI”, una solenne celebrazione eucaristica alla presenza delle autorità cittadine. Il cardinale, nella sua omelia, ha ricordato “l’affetto e l’amore che Papa Paolo VI, prima di Francesco, ha avuto in occasione dell’alluvione del 1966 per Firenze e i Fiorentini, non solo venendo a celebrare la Messa di Natale nella nostra Cattedrale, ma lasciando alla città un dono significativo: questa Casa per Anziani, che porta il suo nome, a dimostrazione non solo della sua vicinanza a tutti i fiorentini, ma in particolare agli anziani, che tanto soffrirono, forse più di tutti, in quell’occasione e segno tangibile dell’attenzione che la Chiesa e i Papi del Novecento hanno sempre avuto verso gli anziani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy