Gmg 2016: Waszczykowski (ministro Esteri polacco), “garantiamo la sicurezza dei giovani”. Attesa per la visita del Papa

Durante la Gmg 2016 “a nome del governo polacco garantisco: faremo vedere un volto deciso dell’ospitalità”: lo ha affermato ieri il ministro degli Esteri polacco, Witold Waszczykowski, in una lettera ai partecipanti alla conferenza internazionale “Gmg, fonti e sviluppi dell’idea” a Cracovia. “Non ci saranno dei compromessi, e non risparmieremo né forze né mezzi economici” poiché “la sicurezza delle persone è per noi il valore più alto tra quelli materiali”, ha assicurato il ministro sottolineando quanto vorrebbe che “lo spirito e l’idea di Solidarnosc, tutt’ora vive nei cuori della maggior parte dei polacchi, diventino fonte di speranza che la Polonia, l’Europa e l’intero mondo cristiano riescano a far fronte alle sfide del mondo contemporaneo”. Il ministro ha definito Solidarnosc “un’importante sorgente dell’idea della Gmg” rilevando che quel movimento sindacale, nato nel 1980 in Polonia, ha testimoniato “il coraggio delle azioni e la speranza di vincere il male e le preoccupazioni per il futuro”. Waszczykowski ha anche dichiarato che Papa Francesco verrà accolto “con il cuore in mano” dai polacchi per i quali la visita del Pontefice e il raduno dei giovani saranno “il coronamento delle celebrazioni del 1050° anniversario dell’evento più importante nella storia della Polonia: la sua cristianizzazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy