Diocesi: Faenza-Modigliana, “Quale spazio per la democrazia in Europa, in una prospettiva di libertà”

“Quale spazio per la democrazia in Europa, in una prospettiva di libertà” è il tema della tavola rotonda che si è tenuta questa mattina, a Faenza, nel corso della due giorni “Per la libertà … insieme!”. Il prefetto Sandra Sarti, fornendo dati commentati sull’immigrazione di questi ultimi decenni, si è soffermata sulla discussione degli accordi di Schengen del 1985. Secondo Sarti, rompere quell’intesa “significherebbe tornare indietro sulla circolazione delle persone, come delle merci” con il rischio che crolli tutto il sistema degli Erasmus e che si aggravino anche i costi di trasporto e produzione. L’economista Leonardo Becchetti ha sostenuto che, dati alla mano, è giunto il tempo di considerare gli immigrati una risorsa importante per la produzione della ricchezza. Di fronte a “un’Europa malata di democrazia”, visto l’aumentare delle diseguaglianze, salvata sul piano della crisi economica dalle decisioni di Draghi a livello di Bce, servono una cittadinanza più attiva e imprese consapevoli.

Il senatore Stefano Collina ha riflettuto sull’impegno dei cattolici in politica e ha tracciato la storia dell’Ue, sottolineando il difficile cammino dell’Unione tra spinte all’unità e forti resistenze. Un cammino, per Collina, comunque irreversibile al quale i cristiani stanno dando il loro “contributo alla costruzione della città degli uomini, consapevoli di dover procedere con gradualità nel segno della condivisione”. Il sociologo Mauro Magatti, infine, ha osservato che il tunnel della crisi non porta a nessuna via d’uscita ed è venuto il tempo di prendere atto che non si tornerà agli scenari precedenti il 2008. Bisogna, dunque, individuare nuovi modelli sociali e produttivi partendo dai valori di riferimento e invertendo la rotta dell’individualismo privilegiata negli ultimi decenni: “Solo se si comprende che l’uomo è relazione – ha concluso Magatti -, potrà ridefinirsi un’economia in grado di svilupparsi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy