Sanità: il 22 aprile prima Giornata nazionale per la salute della donna

“Rappresentare l’universo femminile in una chiave diversa, che evidenzia le problematiche di salute e la specificità di genere in questo ambito” per “aprire una riflessione ampia e pubblica” e richiamare sul tema l’attenzione dei “responsabili politici e gestionali della sanità pubblica”. Così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin spiega il senso dell’istituzione della prima Giornata nazionale dedicata alla salute della donna in programma a Roma il prossimo 22 aprile, giorno della nascita del premio Nobel Rita Levi Montalcini. Durante l’evento – dalle ore 9.30, nell’Aranciera di via di Valle delle Camene 11 (Terme di Caracalla) – si terrà il primo “Laboratorio gestazionale” sulle diverse tematiche connesse al tema principale che la Giornata vuole proporre. Saranno allestiti dieci tavoli tematici, che rappresentano le altrettante direttrici strategiche sulle quali maggiormente si focalizza l’attenzione del Ministero: sessualità, fertilità e salute materna; violenza, diritto alla salute negato: donne migranti; alimentazione e fasi di vita della donna; prevenzione dei tumori femminili e screening; salute mentale della donna, disturbi del comportamento alimentare e dipendenze; cosmesi, medicina estetica inclusa la protesica; donna, lavoro e salute; medicina di genere e ricerca per le donne; healthy ageing al femminile; comunicazione alle donne. Ad ogni tavolo saranno presenti rappresentanti di associazioni, accademici ed esponenti del mondo sanitario, rappresentanti dei media e del mondo produttivo, esperti delle dieci tematiche proposte. Al primo, su sessualità, fertilità e salute, l’associazione “Scienza & Vita” sarà rappresentata da una sua consigliera, la ginecologa Emanuela Lulli. Ogni tavolo svilupperà una discussione sul tema assegnato proponendo una sintesi al ministro. Il dibattito su grandi temi della salute femminile non sarà limitato ai presenti ed agli attori dei tavoli, ma aperto a tutti i cittadini, attraverso la rete e i social media Twitter e Facebook. Hashtag ufficiale #SD16. Al termine della giornata il ministro Lorenzin, analizzate le istanze provenienti da questo panel allargato, le farà confluire in un manifesto per la salute femminile.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia