Sport: domani la prima Giornata nazionale del cricket per profughi e rifugiati politici

Si terrà domani, a Bianco, in Calabria, e in alcune città italiane, la “I Giornata nazionale del cricket per profughi e rifugiati politici”. L’iniziativa si inserisce nel quadro degli appuntamenti verso la “Giornata mondiale dello Sport per lo sviluppo della Pace”, in programma il 6 aprile ed indetta nel 2013 dalle Nazioni Unite con l’obiettivo di promuovere i valori dello sport, quali fair play, collaborazione, rispetto e integrazione. Lo sport è, da sempre, veicolo di integrazione e unione tra le persone anche di diversa razza e cultura. L’evento di domani è stato organizzato dalla Federazione Cricket Italiana con il patrocinio del Coni e dell’Alto Commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr). Nel comune calabrese di Bianco (Rc) è prevista, alle 10, presso lo stadio comunale, una partita di cricket con ragazzi del progetto di accoglienza Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) “Approdi Mediterranei” dell’associazione ricreativa e culturale italiana (Arci) provinciale Reggio Calabria; del centro Sprar “Exodus” di Africo (Rc) e con alcuni ragazzi extra-comunitari che praticano il cricket ad Ardore, Locri e Bovalino. La giornata sarà coordinata dall’associazione sportiva “Cricket Calabria” con l’Aics (Associazione italiana cultura e sport) Reggio Calabria. La “I Giornata nazionale del Cricket per profughi e rifugiati politici”, inoltre, si svolgerà in contemporanea in altre città italiane, tra cui Palermo, Napoli, Roma e Bologna, che daranno vita a gare di cricket previste tra domani e domenica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy