Giornata attività fisica: Us Acli Marche, bilancio positivo per il progetto “Salute in cammino”

Alla vigilia della Giornata mondiale dell’attività fisica, programmata dall’Organizzazione mondiale della sanità per il 6 aprile, l’Unione sportiva Acli Marche fa il punto della situazione a 3 anni dall’avvio del progetto “Salute in cammino”, iniziativa partita nell’aprile 2013 a San Benedetto del Tronto nel quartiere Ponterotto. I dati sulla partecipazione dei cittadini a tale progetto, e alle manifestazioni collegate, sono positivi con ben 2136 partecipanti residenti in più di 100 comuni. Tutte le camminate sono state gratuite. “Salute in cammino” è stato realizzato grazie ad una rete di collaborazione che ha coinvolto l’Us Acli, il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, la Regione Marche, varie amministrazioni comunali, associazioni di promozione sociale, culturale e di volontariato e altre istituzioni pubbliche e private.
“Vogliamo anche sottolineare – dice il segretario regionale dell’Us Acli Marche, Giulio Lucidi – l’aspetto relativo alla socializzazione e all’aggregazione del progetto. Ci sono persone che difficilmente andrebbero a camminare da sole o in coppia. Facendo parte di un gruppo c’è voglia di uscire dall’isolamento e di stare con gli altri”. Nel mese di aprile, in occasione dei 3 anni dall’avvio dell’iniziativa e in coincidenza con la Giornata mondiale dell’attività fisica, si camminerà ben 23 giorni su 30. “Non va sottovalutato – conclude Lucidi – l’aspetto di valorizzazione del territorio e delle sue ricchezze delle nostre iniziative. Grazie al progetto, infatti, abbiamo fatto conoscere molti musei nei quali in precedenza nessuno dei podisti si era recato ma anche santuari, santi, chiese, bellezze architettoniche che vanno assolutamente valorizzate e che rappresentano una ricchezza del nostro territorio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy