Infermiera killer: mons. Ciattini (Massa Marittima-Piombino), “Smarrimento e incredulità”

“Smarrimento e incredulità sono i sentimenti che quasi ci assalgono alla terribile notizia di quanto i mezzi di comunicazione, ci dicono essere accaduto all’ospedale civile di Piombino”, commenta in una nota stampa monsignor Carlo Ciattini, vescovo di Massa Marittima-Piombino, relativamente al caso dell’infermiera di Piombino arrestata con l’accusa di aver ucciso 13 pazienti. “Siamo vicini ai familiari dei pazienti deceduti, alla direzione e al personale tutto del presidio ospedaliero che sono stati travolti da questa triste e tragica vicenda – conclude mons. Ciattini -. A ciascuno porgiamo i nostri sentimenti di cristiana e umana solidarietà insieme al ricordo nella preghiera di cui si farà interprete personalmente il canonico Mario Magni, cappellano dell’ospedale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy