Disabilità intellettiva: Azzolini (Age), “persone speciali da amare e valorizzare”

“Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che rappresenta tutti gli italiani, fa bene a riconoscere le persone con disabilità intellettiva”, lo afferma Fabrizio Azzolini, presidente dell’Age (Associazione italiana genitori), a proposito della celebrazione della Giornata nazionale delle persone con disabilità intellettiva che si è celebrata ieri al Quirinale. “Certamente, non deve essere un riconoscimento solo di facciata ma – precisa Azzolini – un momento importante che indichi alle istituzioni, Parlamento e Governo, che una società democratica, degna di chiamarsi tale, assiste e riconosce anche quei cittadini che si trovano nelle condizioni di disagio tali da essere a volte scartati, ma che invece vanno valorizzati per quell’amore e quell’affetto che solo delle ‘persone speciali’ possono trasmettere”. Per il presidente dell’Age “una società come la nostra non si deve permettere di scartare nessuno, ma deve valorizzare tutti, perché tutti hanno un cuore e un’anima per poter amare ed essere amati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy