Migranti: Comunità di Sant’Egidio, “bene le parole di Mattarella sui corridoi umanitari”

La Comunità di Sant’Egidio si felicita con il presidente della Repubblica per avere definito i “corridoi umanitari” – che ha promosso insieme alle Chiese evangeliche e inaugurato lunedì scorso con l’arrivo a Fiumicino dei primi 93 profughi siriani – come esempio di quella “avanguardia della solidarietà” di cui è capace l’Italia. Mattarella – evidenzia in una nota la Comunità di Sant’Egidio – ha giustamente ricordato che è un modo per osservare “la nostra Costituzione, le carte sui diritti dell’uomo e i principi umanitari della convivenza”.
Il suo sostegno, afferma la Comunità di Sant’Egidio, “ci incoraggia a intensificare questo importante progetto che evita a chi fugge dalle guerre i ‘viaggi della morte’ nel Mediterraneo consentendo a famiglie e persone ‘vulnerabili’ un ingresso nel nostro Paese legale e sicuro per tutti. Ci conferma inoltre nella scelta di proporlo come modello per l’Europa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori