Giornata del Malato: le celebrazioni a Nazaret

La Giornata mondiale del malato “sbarca” in Terra Santa. Nazareth è il luogo dove “il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi”, ma è anche il luogo dove Gesù “ha dato inizio alla sua missione salvifica”. Il 6 febbraio arriverà in Terra Santa una delegazione pontificia, presieduta da monsignor Zygmunt Zimowski, presidente del pontificio consiglio per gli operatori sanitari, in occasione della XXIV Giornata mondiale del malato che si terrà l’11 febbraio a Nazaret. Nell’anno del Giubileo straordinario della Misericordia Papa Francesco ha scelto la Terra di Gesù per celebrare in forma solenne questa giornata. Il programma prevede delle celebrazioni (dal 7 al 13 febbraio), nel corso delle quali, sarà amministrato il sacramento dell’unzione degli ammalati, a Ramallah (7 febbraio) e a Betlemme (8 febbraio). Nazareth ospiterà la celebrazione centrale alla quale parteciperanno ammalati, persone anziane della Terra Santa e pellegrini ammalati trasportati da organizzazioni specializzate.Alla Basilica dell’Annunciazione fervono i preparativi.Il Mercoledì delle Ceneri la processione dal Getsemani al Santo Sepolcro. Nel pomeriggio i Vespri in Basilica con la processione “aux flambeaux”. Giovedì 11 febbraio alle 16 si terrà una solenne concelebrazione presieduta dall’inviato speciale del Santo Padre, monsignor Zimowski, nel corso della quale sarà amministrato il sacramento dell’unzione degli ammalati. Venerdì 12 febbraio al Monte delle Beatitudini è prevista una messa presieduta dal padre Custode della Terra Santa. La messa che concluderà le celebrazioni sarà sabato 13 ad Haifa; a presiederla monsignor Moussa El-Hage.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy