Papa Francesco: a Cor Unum, “carità e misericordia sono il modo di essere e di agire di Dio”

“Carità e misericordia sono  strettamente legate, perché sono il modo di essere e di agire di Dio: la sua identità e il suo nome”. Ricevendo in udienza i partecipanti al congresso internazionale promosso dal Pontificio Consiglio Cor Unum a dieci anni  dalla Deus caritas est, il Papa si è soffermato sul legame tra carità e misericordia. “L’anno giubilare che stiamo vivendo – ha affermato – è anche l’occasione per ritornare a questo cuore pulsante della nostra vita e della nostra testimonianza, al centro dell’annuncio di fede: Dio è amore”. “Dio non ha semplicemente il desiderio o la capacità di amare; Dio è carità: la carità è la sua essenza, la sua natura”, ha ribadito il Papa. Egli “è unico, ma non è solitario; non può stare da solo, non può chiudersi in sé stesso, perché è comunione, è carità, e la carità per sua natura si comunica, si diffonde. Così Dio associa alla sua vita di amore l’uomo e, anche se l’uomo si allontana da Lui, Egli non rimane distante e gli va incontro”. “Questo suo venirci incontro, culminato nell’incarnazione del Figlio – ha spiegato Francesco – è la sua misericordia; è il suo modo di esprimersi verso di noi peccatori, il suo volto che ci guarda e si prende cura di noi”. “Il programma di Gesù – è scritto nell’enciclica – è ‘un cuore che vede’: nel sottolinearlo, il Papa ha citato un altro passo della Deus caritas est, che sta all’origine del legame tra carità e misericordia: “Questo cuore vede dove c’è bisogno di amore e agisce in modo conseguente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy