Tratta: Comunità papa Giovanni XXIII, grati per sostegno Papa a Via Crucis “per le donne crocifisse”

Al termine dell’Angelus di ieri, 21 febbraio, Papa Francesco ha rivolto “un pensiero particolare alla Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata dal Servo di Dio Don Oreste Benzi, che venerdì prossimo promuoverà per le strade di Roma una ‘Via Crucis’ di solidarietà e di preghiera per le donne vittime di tratta”. Parole che l’associazione – presente in piazza San Pietro con una delegazione – ha accolto con gratitudine. “Ringrazio di cuore Papa Francesco per il suo incoraggiamento – ha dichiarato Giovanni Paolo Ramonda, responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII –. Conosciamo la sua sensibilità per il dramma delle donne e ragazzine vittime di sfruttamento e di violenza per alimentare il mercato della prostituzione, e confidiamo che anche grazie alle sue parole saremo in molti venerdì a scendere in strada lungo le vie di Roma a fianco di queste nostre figlie e sorelle”. La “Via Crucis di solidarietà e preghiera per le giovani donne vittime di tratta, prostituzione coatta e violenza” organizzata venerdì 26 febbraio dalla Comunità Papa Giovanni XXIII in collaborazione con la Pastorale vocazionale della diocesi di Roma partirà alle 19.30 dalla Chiesa di Santo Spirito in Sassia e si snoderà lungo alcune vie della capitale facendo tappa in sette “stazioni” dove si potranno ascoltare riflessioni e testimonianze delle vittime di questo mercato di esseri umani. Molte le adesioni già pervenute da parte di enti e personalità del mondo civile e religioso. Info sui siti antitratta.apg23.orgdonnecrocifisse.org

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy