Università: prevenzione e vita sana, in atenei ”insieme contro il cancro”

(DIRE-SIR) – Solo il 33% degli adulti svolge una regolare attività fisica come raccomandato dalle Linee guida internazionali. Altri comportamenti scorretti come fumo o abuso di alcol sono invece ancora troppo diffusi tra la popolazione (soprattutto nei giovani). Quindi i futuri medici, al di là della specializzazione scelta, devono essere in grado di fornire ai cittadini le giuste indicazioni in materia di medicina dei sani e di prevenzione primaria, secondaria e terziaria del cancro. Agli studenti di medicina non sempre vengono forniti gli strumenti necessari per comprendere l’impatto di uno stile di vita sano sul benessere. Appare quindi fondamentale sviluppare un percorso di formazione nell’istituzione deputata a questo ruolo: l’Università. Per questo la Fondazione ”Insieme contro il Cancro” ha deciso di promuove il progetto ”Prevenzione e Stili di Vita Sani” nelle Università che vede anche la partecipazione del mondo dello sport italiano. Nelle prossime settimane partirà un tour in 10 atenei del nostro Paese. In ogni tappa verranno organizzati eventi formativi, lezioni frontali e distribuito materiale didattico-informativo. L’iniziativa sarà presentata con un convegno nazionale che si svolge lunedì 12 dicembre presso il Policlinico Umberto I di Roma. Parteciperanno, tra gli altri, Francesco Cognetti presidente di Insieme contro il Cancro; Carlo Tavecchio presidente della Figc; Roberto Fabbricini, segretario generale Coni; Eugenio Gaudio, rettore Università La Sapienza e Paolo Marchetti, direttore dipartimento Oncologia medica, Azienda Ospedaliera Sant’Andrea di Roma. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy