Pubblicità: Zenith Optimedia, sui social tra 2016 e 2019 da 29 a 50 miliardi di dollari

Tra il 2016 e il 2019 la spesa globale in pubblicità sui social network passerà da 29 miliardi di dollari a 50 miliardi di dollari, con un aumento del 72%. Lo afferma l’agenzia pubblicitaria Zenith Optimedia nel report Advertising Expenditure Forecasts.  Le piattaforme digitali dei social network, spiega il repport, hanno beneficiato del boom degli smartphone. Per molti utenti, i social media sono il punto focale della loro vita sociale e la fonte primaria di notizie. Le pubblicità sui social si fondono perfettamente con il news feed e sono molto più efficaci rispetto ai formati classici tipo banner, soprattutto sui dispositivi mobili. Complice la rapida ascesa della tecnologia mobile, secondo il report la pubblicità sui social supererà quella nei quotidiani cartacei, di certo dal 2020 in poi. Entro il 2019, Zenith Optimedia  stima una spesa nel settore pari a 50.2 miliardi di dollari per i social media rispetto ai 50.7 miliardi per i giornali, uno stacco del solo 1% tra rete e cartaceo. L’andamento non è tuttavia omogeneo in tutto il mondo. A causa dei conflitti endemici e del basso prezzo del petrolio, in Medio Oriente e Nord Africa la spesa dell’advertising è in calo ogni anno del 4,9%, mentre in America latina sale solo del 1,7%, rallentata dalla recessione in Argentina, Brasile, Ecuador e Venezuela. A condurre la classifica è l’Asia. Nei prossimi anni, secondo Advertising Expenditure Forecasts, India, Indonesia e Filippine concorreranno a un aumento del 12%, ma la maglia rosa spetterà alla Cina con un +25%.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy