Sindone: p. Pascual (Upra), “ancora oggi è l’oggetto archeologico più studiato al mondo”

“Ancora oggi la Sindone è l’oggetto archeologico più studiato al mondo”. A ricordarlo è stato padre Rafael Pascual, direttore dell’Istituto Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (Upra), presentando oggi presso la Sala Marconi della Radio Vaticana il convegno “Vide e credette. La sindone, scienza, fede e annuncio del mistero pasquale”, che si svolgerà presso la sede dell’ateneo (Via degli Aldobrandeschi 190) il 13 e 14 dicembre. “Un’immagine fatta di luce”, che “ha qualcosa da dirci”: questa la definizione della Sindone, nelle parole dell’esperto, che ha ricordato come il convegno è organizzato – in collaborazione con il Centro internazionale d Sindonologia di Torino e il Centro diocesano di Sindonologia Giulio Ricci di Roma, con il patrocinio del Vicariato di Roma – in occasione del 10° anniversario della mostra permanente “Chi è l’Uomo della Sindone?”, che ha richiamato al Regina Apostolorum un folto pubblico proveniente da tutto il mondo, e del primo anniversario della morte di uno dei sindonologi più famosi, padre Hector Guerra. “Comunicare la Sindone”, l’obiettivo del convegno, che vuole “raccontare” il Telo ed “insegnare la Sindone in altri modi: nelle scuole, con la catechesi, nelle università”. L’evento ha, infatti, un carattere interdisciplinare, con un programma articolato in diverse sessioni dedicate alla storia, alla teologia, alla pastorale alla scienza e ai mezzi di comunicazione, “alla loro relazione e alle risposte che possono offrire agli interrogativi che il famoso lenzuolo di Torino continua a suscitare nell’uomo di oggi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy