Sindone: Cassanelli (Centro sindonologia Roma), “è l’emblema della misericordia”

“La Sindone è l’emblema della misericordia”. Lo ha detto Antonio Cassanelli, segretario del Centro di Sindonologia “Giulio Ricci” di Roma, intervenuto alla presentazione del convegno sulla sindone che si svolgerà il 13 e 14 dicembre presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. “È solo un lenzuolo tessuto in fibra di lino vegetale – ha proseguito il relatore -, ma la presenza di quel volto e di quel corpo è la testimonianza chiara dell’incarnazione, della passione, della morte e della resurrezione di Gesù: quelle ferite corrispondono perfettamente al racconto del Vangelo, e testimoniano l’amore di Dio per lui”. Poi Cassanelli ha citato una frase di Paolo VI, pronunciata durante un dialogo con monsignor Giulio Ricci: “Il Signore non ha lasciato niente di scritto, ma ci ha lasciato un documento scritto a carattere di sangue”. Durante il convegno, ha anticipato il relatore a proposito del suo intervento, si soffermerà sui 530 anni in cui la Sindone “è stata posseduta, protetta, difesa della Casa reale di Savoia, la più antica dinastia a livello europeo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy