Patriarca Bartolomeo a Bari: Messa per San Nicola. “Puglia, splendida terra intrisa di ecumenismo”

Puglia, “splendida terra intrisa di ecumenismo”. Così il Patriarca ecumenico Bartolomeo I ha salutato la Puglia che lo ha ospitato in questi giorni in occasione della festa, profondamente condivisa da ortodossi e cattolici, di San Nicola. Il Patriarca che domani mattina lascerà la città ha rivolto queste parole al termine della celebrazione eucaristica che si è svolta stasera nella basilica di San Nicola. Prima di lasciare la basilica, il Patriarca si recherà in preghiera in cripta per venerare la tomba di San Nicola.

“Siamo giunti in Puglia, questa splendida terra che ha intrinseca la vocazione ecumenica per la sua storia – ha detto Bartolomeo -, per rinsaldare l’amore e i legami che le nostre Chiese hanno vissuto comunemente nel passato, ma neppure le vicissitudini della storia mai hanno interrotto o raffreddato i sentimenti della reciproca stima”. Il Patriarca parla dei pugliesi come di un “laborioso popolo” dalla “fervente fede cristiana, riscontrabile in tutte le attività religiose e sociali della sua Chiesa”. “La vocazione ecumenica e lo stile ospitale di questa terra, lambita dal Mare Adriatico e dal Mar Ionio, ha fatto sì che essa sia terra di accoglienza, nel passato come nel presente”.

Bartolomeo, che è il primo Patriarca ecumenico ad aver svolto un pellegrinaggio in questa terra, ha concluso: “Siamo giunti anche noi come pellegrini presso la tomba di questo grande Santo, per invocare la sua intercessione, la sua preghiera e il suo sostegno nel nostro servizio patriarcale, per ringraziare Dio con lui, per i nostri già 25 anni di servizio all’unità della Chiesa sul Trono di Sant’Andrea, ma anche per essere forti testimoni della necessità dell’incontro dei discepoli di Cristo, affinché il mondo creda, e noi possiamo in un giorno non lontano spezzare insieme il Pane di Vita e bere al Calice della Salvezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy