Migranti: Caritas Europa, consigli e raccomandazioni per superare le barriere

“Welcome – Migrants make Europe stronger” (“Benvenuti – I migranti rendono l’Europa più forte”) è il titolo della nuova pubblicazione in tre lingue (inglese, francese e tedesco) di Caritas Europa che sarà diffusa domani, 7 dicembre. Il volume mette l’accento sulle “barriere” che impediscono ai migranti di diventare membri a pieno titolo delle società europee in cui vivono. “Barriere che privano i migranti della loro dignità e l’Europa del potenziale contributo che potrebbero dare in termini sociali, culturali ed economici”, precisa Caritas Europa. La pubblicazione identifica tre tipi di barriere all’integrazione dei migranti: culturale, ossia “accettazione e interazione limitata da parte delle comunità di destinazione”; strutturale, ossia “accesso limitato ai diritti e servizi di base”; socio-economica, con “accesso limitato alle risorse e alla partecipazione”. Nel testo Caritas Europa dimostra che queste barriere possono essere superate, elencando 21 buone prassi presenti in 13 Paesi ed una serie di raccomandazioni specifiche ai governi nazionali. Un modo per “offrire idee ai decisori politici per creare un ambiente che facilita la partecipazione inclusiva dei migranti e lavorare insieme alle comunità di accoglienza per una società più coesa”, ha spiegato Jorge Nuño Mayer, segretario generale di Caritas Europa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy