Ecumenismo: mons. Cacucci (Bari-Bitonto) a Bartolomeo I, “il Signore ci aiuti a camminare insieme”

“Stasera questa festa è impreziosita dalla sua presenza. San Nicola è il santo di tutti i cristiani. È il santo ecumenico per eccellenza. Stasera viviamo un sogno senza disconoscere che il cammino ecumenico è ancora faticoso”. L’arcivescovo di Bari-Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, si è rivolto direttamente al Patriarca Bartolomeo I nel l’omelia pronunciata durante la celebrazione della Santa Messa per la festa di San Nicola. “Tutti gli riconoscono l’universalità. San Nicola riconquista gli uomini senza speranza, abbellisce le chiese, conferisce prestigio agli uomini nei momenti di ingiustizia. È considerato un Salvatore per i cristiani in quanto egli è l’immagine di Cristo”, ha affermato. La presenza in questi giorni a Bari di Bartolomeo è stato “un sacro sigillo” sull’universalità di San Nicola. “Santità – ha proseguito Cacucci – è qui a dare una testimonianza al mondo. Lei è patriarca e questa parola evoca i grandi patriarchi della cristianità. Tutti in questi due giorni abbiamo sperimentato in lei un patriarca ricco di grande fede che traspare dalla sua persona e dai grandi come dai piccoli gesti, anche quello di accogliere un bambino”. “La Misericordia è compassione – ha evidenziato l’arcivescovo -. È quella attitudine ad accogliere e soffrire con chi soffre. La provvidenza ci dona dei pastori. E in questo tempo ci ha donato lei Santità e Papa Francesco. E questa sintonia che tutti avvertiamo tra questi pastori della Chiesa ci permette di accogliere l’immagine di Gesù e anche di San Nicola”. “Il Signore ci aiuti, Santità, a camminare ancora più intensamente insieme. Sono certo che il Signore desidera che tutti siamo una cosa sola”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy