Pedofilia: Meter denuncia abusi con neonati. Don Di Noto, “tragedia in aumento”

“Neonati abusati, fotografati e diffusi online. Una realtà e tragedia terribile. Nelle segnalazioni dalle ore 1.08 alle 9.34 se ne contano diverse decine, di cui una in particolare che con una sequenza di 13 foto rappresentano una violenza inaudita. I pedopornografi in queste ore trafficano molto questo materiale attraverso le chat dedicate. In tutto negli archivi cloud e dropbox in sole 9 ore sono state scoperte e denunciate alla Polizia Postale Italiana, Compartimento di Catania, ma anche alle Polizia estere, n. 7562 tra video e foto con migliaia di bambini e bambine coinvolte in uno dei più grandi traffici e sfruttamento sessuale”. Un monitoraggio costante dell’Osmocop (Osservatorio mondiale contro la pedofilia) della Meter onlus di don Fortunato Di Noto, impegnata da 25 anni nel contrasto alla pedofilia e pedopornografia. “Come rimanere in silenzio difronte a questo scempio sui neonati? Come mai nessuno reagisce? La mole della produzione di materiale pedopornografica nel mondo – dichiara Di Noto – ha raggiunto una produzione ingente e di vaste proporzioni. Non dimentichiamo che in ogni foto e video c’è un bambino, di un abuso già subito e di profonde ferite che si porterà per sempre. Inquieta la crescente richiesta di materiale con neonati. Meter continuerà in questa opera di aiuto delle vittime, di denuncia e di sensibilizzazione a livello nazionale e internazionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori